Bradisismo 1982-84 - Campi Flegrei

Campi Flegrei
Vai ai contenuti

Bradisismo 1982-84

Geologia > Il Bradisismo

Una prima crisi bradisismica nel 1970 portò all'evacuazione del Rione Terra il 2 Marzo 1970, con un sollevamento massimo di oltre un metro. Negli anni 1982-84 si è avuta una recrudescenza del fenomeno. Con essa il sollevamento massimo del suolo (nella zona di Pozzuoli), è stato di circa ulteriori due metri.

porto di pozzuoli
Lungo la costa tra Pozzuoli e Bagnoli, anche ad occhio nudo era possibile constatare la presenza di nuovi lembi di spiaggia come testimonianza visiva del fenomeno in atto.

In alcuni periodi il sollevamento raggiungeva anche 4 mm/giorno accompagnato da numerosissime scosse spesso avvertite distintamente dalla popolazione.L'attività sismica ha subito un'accelerazione con la scossa del 4 settembre 1982 percepita distintamente da gran parte della popolazione flegrea. I terremoti hanno raggiunto un'intensità massima corrispondente alll'VIII° Mercalli e 4,2 della scala Richter con la scossa del 4 ottobre 1982.

porto di pozzuoli
Molti edifici sia a Pozzuoli che nei dintorni hanno risentito fortemente delle continue sollecitazioni sismiche.In questo periodo l'attività scientifica e di sorveglianza  ha avuto un'impulso notevole sia per motivi prettamente accademici, sia per la sicurezza della intera popolazione flegrea.

Tuttavia durante l'intero periodo della crisi, nessun dato ha mai evidenziato un movimento nella camera magmatica all'origine del fenomeno tale da far pensare  ad una eruzione imminente.Il manto stradale si deformava e spesso si notavano tipiche spaccature superficiali. In quegli anni fu identificata la zona di Monteruscello come più sicura, adatta a accogliere gli sfollati di Pozzuoli, evacuati in virtù delle continue sollecitazioni sismiche.

La comunità scientifica si interrogò sull'intensità massima possibile delle scosse di terremoto e stimò un massimo di 4.5 Richter (I terremoti vulcanici non possono avere intensità elevatissime in quanto insistono su rocce indebolite dal calore)
agnano,fumarole


La crisi bradisismica si concluse alla fine del 1984 e iniziò una fase lenta di bradisismo discendente.Di fatto terminò la pressione nella camera magmatica.Negli anni successivi pian piano si è osservato una stabilizzazione dell'area che ha permesso una riqualificazione urbanistica con la ristrutturazione degli edifici danneggiati ed il ripopolamento di quelle aree ove c'era stato l'esodo forzato.



Di tanto in tanto nell'area si è sviluppata una piccola recrudescenza del fenomeno:nell'estate del 2000 per esempio, c'è stato un sollevamento di qualche cm, accompagnato da alcune scosse, avvertite anche dalla popolazione ma non tali da provocare danni a cose e persone.

Torna ai contenuti | Torna al menu